gennaio 22, 2016 Emergenza Nessun commento

È
notizia dell’ultima settimana la vincita dell’importante premio Pritzker all’Architetto Alejandro Aravena, conosciuto per aver progettato importanti architetture come le Torri Siamesi, a Santiago del Cile nel 2003-2006, e per la sua nomina a Direttore della Sezione Architettura della 15° Biennale di Venezia del 2016.
Ma questo Architetto è anche Partner e Direttore dello Studio Cileno ELEMENTAL, che persegue dei fini sociali e propone progetti di infrastrutture, trasporto e spazi pubblici molto interessanti. Tra questi vi presentiamo la Casa ELEMENTAL Tecno Panel, che si propone come risposta veloce, sicura e resistente alla necessità di fornire alloggi alle persone vittime di Catastrofi naturali.

Casa ELEMENTAL Tecno Panel: Scheda tecnica

ANNO – 2010

NOME – Casa ELEMENTAL Tecno Panel

Progettisti – ELEMENTAL

SITO – Chile, generale

DIMENSIONI – 24m² (4,88 x 4,88 m); 30m² (4,88 x 6,10 m); 36m² (4,88 x 7,32 m)

INVOLUCRO – Pannelli strutturali isolanti tipo SIPs Technology Tecno Panel

STRUTTURA – Auto-portante

Fonte: www.elementalchile.cl

 

Struttura

L edificio è proposto in 3 differenti moduli di diversa grandezza, 24-30-36 mq. I pannelli sono disposti in verticale lungo le pareti laterali, e sono collegati tra loro con dei semplici vincoli ad incastro di tipo maschio- femmina, così da formare una struttura in muratura portrtante. Tale caratteristica permette un montaggio più veloce e pratico, senza l’ausilio di specifici macchinari o attrezzature edili, in accordo con le necessità tipiche di uno shelter, progettato per essere inserito in fase di risposta dopo un evento, in garanzia del diritto di una “adeguata abitazione”. Il punto più alto presenta un’altezza di 3,50 e come mostrato dal video, reperibile nel sito ELEMENTAL, anche la copertura è facilmente montabile senza l’ausilio di particolari supporti.

Fonte: www.elementalchile.cl

Involucro

In questo caso, l’involucro è composta dalla stessa struttura, ovvero da dei Pannelli strutturali isolanti tipo SIPs Technology Tecno Panel. Questi pannelli sono a loro volta costituiti da una struttura rigida esterna, rappresentata dai pannelli OSB e un’anima interna isolante in Poliuretano. Grazie alla loro composizione, questi pannelli sandwich, non solo permettono al sistema di auto-sostenersi creando delle cellule abitative stabili, ma l’isolamento fornisce prestazioni di tipo acustico e termico all’edificio, comprese tra 0.35W/m²K e i 0.10W/m²K, e una vita utile del materiale che può arrivare fino a 60 anni, con la giusta manutenzione.

Fonte: www.elementalchile.cl

Altre caratteristiche

Ma la vera particolarità dell’edifico resta la facilità di montaggio e smotaggio dell’unità che permette di ridurre sensibilmente i tempi di installazione e di intervenire rapidamente in caso di emergenza. Essendo composta di pannelli, essi possono essere facilmente trasportati e montanti da un un team di 3 operai in circa un’ora. Lo shelter, purtroppo, non rispecchia esattamente i criteri necessari per essere considerato un sistema facilmente integrabile, in accordo con le culture e tradizioni costruttive preesistenti sul territorio in cui si vuole intervenire. Nonostante questo, la possibilità di smontare l’edificio e riutilizzarlo in una costruzione permanente, magari realizzate seguendo le tipologie locali, in parte sopperisce a tale mancanza rendendo, nel complesso, la Casa ELEMENTAL Tecno Panel un buon esempio di shelter, rapido nel fornire una una riposta in caso di emergenza, e in accordo con i criteri internazionali di progettazione.
Siete anche voi d’accordo con questa interpretazione? Condividete con noi la vostra opinione!

Fonte: www.elementalchile.cl

Bibliografia

Written by Cristina Pusceddu